seven mile beach giamaica

Esplorando la Jamaica: cosa fare a Negril e dintorni

Quando sono partita per la Jamaica non avevo idea di cosa fare a Negril e nei suoi dintorni. Era un paese verso il quale, prima d’allora, non avevo mai nutrito un particolare interesse e di cui conoscevo poco.

La Jamaica fa parte delle Grandi Antille, nel Mar dei Caraibi. Ed è il terzo paese anglofono più popoloso delle Americhe, dopo Stati Uniti e Canada.

Gli indigeni Taino chiamarono l’isola Xaymaca, il cui significato è terra delle sorgenti o terra del legno e dell’acqua.

Cristoforo Colombo sbarcò sull’isola nel 1494, durante il suo secondo viaggio. Approdò a Discovery Bay, fra Ocho Rios e Montego Bay, e la definì «la più bella isola che occhio umano abbia mai veduto», battezzandola con il nome di Santiago.

cristoforo colombo giamaica

Dapprima colonia spagnola, poi inglese, guadagnò piena indipendenza soltanto nell’agosto del 1962. Le numerose importazioni di schiavi, durante il periodo di dipendenza dalla corona britannica, fece sì che la popolazione di neri superasse quella dei bianchi.

cristoforo colombo

Come base per il nostro viaggio abbiamo scelto Negril, da dove partire alla scoperta del paese jamaicano.

Negril, nella parte occidentale dell’isola, è conosciuta soprattutto per la famosa Seven Mile Beach, una lingua di sabbia bianca che si snoda per l’appunto lungo sette miglia di costa.

cosa fare a negril jamaica

I grandi resort si trovano più che altro sul lato nord della spiaggia, mentre a sud si trovano i piccoli alberghi a conduzione familiare, in una zona forse meno sviluppata rispetto alla rivale, ma che permette di assaporare un più autentico ritmo jamaicano. Non mancano comunque caratteristici bar sulla spiaggia, dove assaporare un cocktail vista mare.

cosa fare a negril giamaica

E il Mar dei Caraibi si può dire non abbia rivali. Nonostante abbia amato le placide acque azzurre del Pacifico, per me i riflessi color turchese regalatemi dal mare caraibico restano i più belli mai visti. Il tutto immerso in un contorno naturalistico incantevole, con piante verdeggianti e fiori tropicali.

Nella lista delle cose da fare per chi soggiorna a Negril un punto imperdibile è il Rick’s Cafe, storico locale dall’atmosfera frizzante dove è possibile ascoltare musica reggae e caraibica, mentre si sorseggia una Red Stripe, la tipica birra jamaicana.

rick's cafe negril

Dalle scenografiche scogliere che circondano il bar è possibile tuffarsi per un bagno nelle acque blu della baia. O semplicemente godersi lo spettacolo del tramonto, col sole che lentamente cola a picco, terminando la sua discesa tra le onde del mare.

cosa fare a negril

Per andare alla scoperta della vera Jamaica però è necessario addentrarsi al suo interno. Il metodo migliore è affidarsi ad un driver del luogo per immergersi al meglio nella cultura del popolo jamaicano. Basta allontanarsi di poco dalla costa per rendersi conto delle contraddizioni di un’isola che vive di turismo, ma cela al suo interno una situazione economica difficile e una conseguente povertà. Senza dimenticare l’alto tasso di violenze che ancora permeano il paese. Ecco perché muoversi con una guida locale è altamente consigliato per evitare spiacevoli situazioni.

Man mano che ci si muove nell’entroterra capiterà di assistere a scene di vita quotidiana. Dalle affollate bancarelle dove donne con vestiti dai colori sgargianti vendono jerk di pollo e maiale al via vai continuo di persone impegnate nelle loro faccende.

Durante il continuo saliscendi nei villaggi e il sobbalzare della macchina sulle strade sterrate, si scopre a poco poco il sapore ruvido di un’isola che spesso tende a mostrare soltanto la sua immagine più artefatta.

Una delle destinazioni preferite di chi visita la Jamaica è senz’altro la casa di Bob Marley, colui che ha fatto della musica reggae il simbolo della lotta contro l’oppressione politica e razziale.

 

casa bob marley giamaica

Questa casa-museo si trova a Kingston, ma con la vita frenetica della capitale non ha niente a che fare. Varcato il cancello d’ingresso si ha l’impressione di entrare in un luogo sospeso nel tempo, dove regna quella filosofia di vita lenta e tranquilla che in Jamaica riassumono con l’espressione No Problem.

casa bob marley giamaica

Qui, al ritmo di One Love, si aggira l’anima di Bob Marley, che continua a vivere grazie alle numerose persone che giurano di averlo conosciuto e che continuano a curare con devozione il suo mausoleo per permettere ai tanti fan sparsi per il mondo di portargli un saluto.

museo bob marley

Tra le cose da fare a Negril e dintorni una valida alternativa per trascorrere un piacevole pomeriggio immersi nella meravigliosa natura tropicale è quella di una crociera lungo il Black River. Questo fiume nero, così chiamato per la fitta vegetazione che lo circonda, è uno dei più lunghi del paese.

black river giamaica

Il paesaggio, con le alte mangrovie che avvolgono il corso d’acqua, mi ha ricordato molto quello del parco naturale delle Everglades in Florida. Durante il tour avrete l’occasione di avvistare coccodrilli e altri rettili, ma anche tante specie di uccelli e scoprire qualche curiosità sulla fauna locale.

black river giamaicacosa fare a negril

Per ultimo ho lasciato il luogo che più di tutti ricorderò di questo viaggio in Jamaica. Tanto bello, quanto inaspettato. Nessuno di noi ne aveva mai sentito parlare, ma di certo non lo dimenticheremo mai.

Sulla barchetta a motore che solca le acque placide del Mar dei Caraibi ad un certo punto si comincia ad intravedere qualcosa in lontananza. All’orizzonte ecco apparire una struttura particolare, la quale fa immediatamente pensare ad una visione, uno strano scherzo della mente dato dall’afa tropicale.

cosa fare a negril giamaica

E invece il Pelican bar esiste davvero, non è un miraggio. Circa un miglio al largo della costa, si erge un bar su palafitte di legno, con tetto di paglia e pontile galleggiante.

Fondato da Floyd Forbes, un pescatore locale, e costruito con legno recuperato dalla spiaggia e dal mare, inizialmente era un covo per marinai e pescatori. Lentamente però la sua fama si diffuse e fu così che iniziò ad accogliere anche alcuni turisti.

pelican bar giamaicapelican bar

Qui è possibile bere una birra fresca e mangiare pesce appena pescato, prima di fare un tuffo nelle acque cristalline che lo circondano.

cosa fare a negril

Il Pelican bar insomma è uno di quei luoghi che rimane impresso nella memoria anche a distanza di anni. Da inserire assolutamente nella lista di cosa da fare a Negril e dintorni.

pelican bar jamaica

Del viaggio in Jamaica ricorderò il caldo avvolgente, la natura prosperosa, gli incredibili colori del mare, la musica che scandiva le serate sulla spiaggia e le notti stellate che sembravano non finire mai. Un primo assaggio di Caraibi che non vedo l’ora di tornare a scoprire.

Per altre avventure in isole meravigliose puoi leggere questo articolo: visitare le isole Whitsunday.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *