viaggio alle hawaii

Ricordi di un viaggio alle Hawaii

Un viaggio alle Hawaii è uno di quei sogni che paiono irrealizzabili. Anch’io l’ho sempre considerato tale, nonostante nel mio cuore serbassi la speranza che un giorno si sarebbe avverato.

E quel giorno è arrivato, nell’aprile di qualche anno fa.

Le Hawaii, anche a causa della loro posizione geografica nel bel mezzo dell’Oceano Pacifico, conservano nel nostro immaginario un’aura misteriosa, quel fascino esotico che solo i paradisi tropicali sono in grado di suscitare.

Già dall’arrivo all’aeroporto di Honolulu si percepisce una delle caratteristiche principali della città, il suo saper coniugare in modo equilibrato modernità e natura, senza stonare.

aeroporto honolulu

Quando sono atterrata io il labirintico aeroporto era praticamente deserto, il che gli conferiva un aspetto quasi surreale. Sul taxi che ci portava verso il nostro hotel abbiamo potuto ammirare il primo arcobaleno offertoci dall’isola, un fenomeno che si ripete abitualmente in questa parte di mondo.

Honolulu, sulla costa meridionale dell’isola di O’ahu, è la capitale delle Hawaii ed è considerata la più remota al mondo tra le grandi città. Il punto più vicino alla terraferma è il Point Arena Lighthouse in California.

Una delle zone più famose di Honolulu, il cui significato è baia riparata, è senz’altro Waikiki, celebre per la sua spiaggia a mezzaluna delimitata da palme e hotel, con il cratere vulcanico di Diamond Head sullo sfondo.

diamon head hawaii

A Waikiki si trovano bar, ristoranti, locali notturni e negozi, il tutto perfettamente inserito nel contesto naturale di questo arcipelago dei sogni. Sta proprio qui il fascino di Honolulu e delle sue contraddizioni. L’eleganza che si respira tra le vie del centro, circondati da palme e resort, fontane e luci. E a pochi passi l’oceano, silenzioso e maestoso, con le stelle alte nel cielo scuro.

spiaggia waikiki

Per farsi meglio un’idea sulla storia di questa città e del suo popolo può essere interessante visitare lo Iolani Palace. Questo edificio storico ottocentesco fu la residenza reale dei sovrani del Regno delle Hawaii. L’ultima regina, Liliuokalani, visse nel palazzo fino al 1893, anno in cui venne costituita la Repubblica delle Hawaii, poi annessa agli Stati Uniti.

iolani palaceiolani palace garden

Il palazzo, dotato anche di un giardino ben curato, venne in seguito riaperto come museo. Si nota immediatamente per via del contrasto tra la sua architettura e quella dei moderni edifici che lo circondano.

Chi si spinge in viaggio fino alle Hawaii però di solito lo fa per immergersi nella sua meravigliosa natura. Il modo migliore per andare alla scoperta di O’ahu è quello di noleggiare una macchina, ma in alternativa sono presenti numerosi tour che vi condurranno nei luoghi da voi scelti.

L’isola di O’ahu, terza dell’arcipelago per dimensione, comprende cinque regioni, alcune consigliate per le spiagge dorate e tranquille, altre adatte ai surfisti alla ricerca dell’onda perfetta da cavalcare. Non mancano distese di canna da zucchero e piantagioni di ananas. La natura è rigogliosa e lussureggiante, con tante zone selvagge e incontaminate.

palm tree oahu islandviaggio alle hawaii

O’hau è senz’altro il cuore del turismo hawaiano, in grado di offrire a chiunque ciò di cui ha bisogno, dal brivido dell’adrenalina al completo relax.

Un buon punto di partenza per immergersi nella sua natura verdeggiante sono le Manoa Falls. Le cascate, o meglio la cascata, visto che si tratta di un singolo salto d’acqua, è alta 46 metri. Non è di per sé spettacolare, ma la parte migliore è il percorso per arrivarvi. Il sentiero si inoltra infatti in una foresta pluviale, con alberi secolari, bambù e fiori profumati dai colori sgargianti. Un primo assaggio di ciò che le Hawaii sono in grado di offrire.

manoa falls hawaii

Una delle zone senza dubbio più belle dell’isola è Hanauma Bay. Imperdibile per chi si trovi in viaggio alle Hawaii. Si tratta di una riserva naturale, dichiarata area marina protetta e parco subacqueo nel 1967. Ciò che la rende particolare è il fatto di essere nata, dal punto di vista geologico, all’interno di un antico cono vulcanico. Questo le conferisce un aspetto unico al mondo.

hanauma bay

La vista dal promontorio, prima di scendere alla spiaggia, è da togliere il fiato. Le acque dell’insenatura sono limpide, di uno splendido azzurro cristallino, in contrasto con il blu del Pacifico che avvolge la baia. Le immancabili palme incorniciano questo paesaggio idilliaco che pare uscito da un dipinto.

viaggio alle hawaiihanauma beach

L’ingresso alla riserva naturale costa 7,50 $ e prima di entrare si assiste alla proiezione di un filmato sulla vita marina del posto. Per preservare questo paradiso e la sua barriera corallina è infatti importante rispettare alcune semplici regole.

Una delle piacevoli scoperte di questo viaggio alle Hawaii per me è stata la Dole Pineapple Plantation.

L’azienda Dole è famosa in tutto il mondo per i suoi dolci e succosi ananas. La Dole Plantation fu costruita nel 1950 e nel 1989 aprì al pubblico, con una bella offerta di attività e tour.

All’interno della Dole Plantation è possibile prendere il Pineapple Express Train, il quale vi condurrà lungo un percorso di circa due miglia, durante il quale vi verrà narrata la storia di James Drummond Dole, fondatore dell’attuale piantagione.

pineapple garden maze

Nel 2008 venne creato un enorme labirinto, a quel tempo dichiarato il più grande labirinto del mondo, grazie a oltre quattordicimila piante hawaiiane colorate. Purtroppo per mancanza di tempo noi non abbiamo fatto tempo a inoltrarci tra i suoi percorsi, ma questo sarà un ottimo motivo per tornare data la mia passione per i labirinti.

dolewhip

Per concludere la vostra visita alla Dole Plantation non può mancare un DoleWhip, gelato all’ananas servito su una base di gustosissimo succo d’ananas. Per gli amanti di questo frutto esotico è davvero imperdibile.

Proseguendo il nostro tour dell’isola una sorpresa che invece non mi aspettavo di trovare è il Byodo-In Temple, un tempio buddista. Venne costruito per commemorare il centesimo anniversario dell’arrivo degli immigrati giapponesi alle Hawaii ed è la replica di un famoso tempio situato nella prefettura di Kyoto in Giappone, il quale vanta ben novecento anni di età.

byodo-in temple hawaii

Il Byodo-In Temple delle Hawaii si trova all’interno della Valley of the Temples Memorial Park, un parco commemorativo che onora diverse tradizioni religiose e culturali. Il tempio è incastonato in un paesaggio a dir poco surreale, tra boschi e montagne, tanto da sembrare uscito da un libro di fiabe.

Il nostro ultimo giorno di viaggio alle Hawaii non potevamo non recarci a Pearl Harbor. Nel luogo in cui, il 7 dicembre 1941, la nave USS Arizona fu bombardata dall’aviazione della Marina Imperiale Giapponese, sorge oggi un memoriale.

uss arizona hawaii

L’USS Arizona Memorial si trova proprio sull’acqua, nel punto esatto in cui la nave affondò e dove è oggi ancora possibile osservare il relitto. Prima della visita al sito si assiste ad un documentario che ripercorre gli episodi salienti della Seconda Guerra Mondiale nel Pacifico. Si tratta certamente di un luogo commemorativo toccante, dal quale è impossibile andarsene senza esserne stati in qualche modo toccati.

pearl harbor national monument

I giorni trascorsi alle Hawaii sono passati veloci, forse troppo, ma non hanno impedito a quest’isola di entrare a pieno titolo tra i miei luoghi del cuore. E sarà davvero difficile riuscire a scalzarla.

Qui ho vissuto alcuni di quei momenti così felici da provare malinconia già mentre li vivi. Conserverò sempre dentro di me i ricordi delle sue spiagge incontaminate, la natura florida e sgargiante, le viste mozzafiato, i colori indescrivibili di qualsiasi paesaggio, e la sensazione di quell’aria tropicale sulla pelle.

viaggio alle hawaii

Le Hawaii non sono solo un piacere per la vista, sono anche un mix di odori e sapori. Proprio a Honolulu ho assaggiato per la prima volta un piatto di cui mi sono innamorata: l’açaí bowl, che ho poi voluto ricreare anche a casa. Trovate qui la ricetta nel caso vogliate immergervi anche voi in questo tripudio di sapori esotici.

Il viaggio alle Hawaii è stato per me significativo anche per un altro motivo.

viaggio alle hawaii

Era il terzo anno di liceo, o forse il quarto, quando tra una lezione e l’altra io e il mio migliore amico immaginavamo il nostro futuro. Io da sempre innamorata dell’America, lui affascinato dal Giappone. Ci piaceva pensare che un giorno avremmo vissuto nei paesi dei nostri sogni. E che ci saremmo incontrati a metà strada, nel bel mezzo dell’oceano. Alle Hawaii.
Ne sono passati di anni da allora, di cambi di rotta, di speranze e sogni.
Fino ad arrivare a quel giorno di aprile.
La magia per noi non è stata trovarsi in quest’angolo di mondo paradisiaco. La vera magia è stata realizzare quel sogno nato tra i banchi di scuola, per ricordarci che a volte i desideri si avverano e forse niente è davvero impossibile.✨

4 thoughts on “Ricordi di un viaggio alle Hawaii”

  1. Che luoghi meravigliosi! Sì, lo ammetto, le Hawaii sono nella mia bucket list 💁🏻‍♀️✨ Grazie mille per l’articolo con tutti i suggerimenti e le bellissime foto! Aiutano in questo periodaccio!

    1. Ciao Lisa! Quello alle Hawaii è stato davvero uno dei viaggi più belli mai fatti. Mi piacerebbe tanto tornare. Grazie per essere passata sul blog 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *